Archivio categoria: Terza pagina

Il Sindaco

di

Di primo acchitto sembra un personaggio distinto, alto, elegante, con l’aria di chi sa il fatto suo, e magari e’ pure vero. Sigaretta in bocca, aria disinvolta con il fascino antico di quei… Continua a leggere

Mr. Bean va in guerra

di

Quando nel 1941 Emilio Lussu propose agli inglesi un piano per organizzare la resistenza anti-fascista in Sardegna, e poi sulla penisola, chiedendo in cambio alcune garanzie, il signor Jebb, assistente del ministro Dalton,… Continua a leggere

Fai vedere di che pasta sei fatto.

di

“PASTA DEL CAPITAAANOOO”

Scarface, ovvero: perchè fare un remake?

di

E’ difficile dire cosa sia che spinge un regista a girare un remake. Le cause possono essere le più disparate: nella maggior parte dei casi, è il denaro (si pensi ai rifacimenti americani… Continua a leggere

Rimembranza – traduzione da Free Paly!

di

[Mentre mi tengo lontano da WordPress per cucire e scucire le mie voragini personali, cerco in rete notizie e informazioni su quello che accade in un posto in cui ogni brandello di alibi… Continua a leggere

“…la pace per fare quello che voi volete…”

di

Non ho la presunzione di pensare di accorgermi solo io di essere incappata in un libro straordinario, cosicché quando mi succede vado sempre a leggere quello che dicono i critici veri, quelli più… Continua a leggere

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto: gli anni di piombo e la conservazione di un potere immutabile

di

Cosa si può dire di un’opera massima della cinematografia italiana, già sviscerata sotto ogni punto di vista da critici più o meno illustri, come Indagine su un cittadino al di sopra di ogni… Continua a leggere

Recensione a Poetella, Amori Amari

di

Parlare d’amore è una delle attività principali di WordPress. Almeno, in Italia. Un po’ dipende dal forte bacino di utenza femminile che mi pare di avere osservato, non nel senso che l’inclinazione femminile… Continua a leggere

Decades #3 – The Eighties

di

(torno dopo una lunga pausa, qui e qui le prime due puntate, senza dover scavare negli archivi) Indubbiamente il decennio più controverso. Il mainstream più merdoso mai visto, e l’underground più geniale e… Continua a leggere

MONDIALI DISCUTIBILI – MONSIEUR VERDOUX BIS – IL MUNDIAL DIMENTICATO

di

Non so voi, ma a me di solito capita, dopo una grossa delusione calcistica (vedi alla voce: eliminazione della propria nazionale da un mondiale) di disamorarmi completamente, per un periodo più o meno… Continua a leggere

Piccolo Lessico dell’America e della Libertà – parte II

di

(Qui la prima parte) Movimento per la Temperanza: nato nell’Ohio nel 1873, era un movimento di donne bianche della middle-class che promosse il proibizionismo. Si batterono contro la vendita di alcolici, sostenendo che… Continua a leggere

Piccolo Lessico dell’America e della Libertà – parte I

di

Pubblicherò alcuni post che parlano di fatti meno noti, o non abbastanza noti, della storia del “paese della libertà”, basati su fonti che ho davanti per un lavoro di manualistica. Li organizzerò a… Continua a leggere

“Departures” – non una recensione

di

Ci sono sere nelle quali lo zapping televisivo diventa presto un’inutile noia ed il passaggio intermittente fra i vari canali alla ricerca di qualcosa di appena decente da vedere può portare rapidamente alla… Continua a leggere

Il nuovo che avanza

di

Nel 1922, il successo della prima donna che ottenne un seggio al Senato degli Stati Uniti d’America fu secondo molti indiscutibilmente un progresso epocale nella storia della democrazia. Così parrebbe, no? Che c’è… Continua a leggere

Nel quartiere dove il sole del buon Dio non dà i suoi raggi. Quel giorno però si sentiva generoso.

di

I sei sensi – Monsieur Verdoux – Arca Russa e la percezione della bellezza

di

Attraverso la perfetta combinazione di storie, suoni e immagini, il cinema può essere capace di immergere lo spettatore in una dimensione in cui tutti e cinque i sensi sono sollecitati ed amplificati. Personalmente,… Continua a leggere

«we have a problem»

di

Alcune settimane fa è morto un ottantenne miliardario e obeso, di nome Herb Lotman, che è stato l’inventore dei chiken Mcnuggets, le famose pepite di pollo, un prodotto che ottenne un enorme successo… Continua a leggere

“Piccola patria” – non una recensione

di

Il film si apre con una lunga inquadratura dall’alto della pianura veneta, frastagliata fra case, campi e capannoni e così deturpata da uno sviluppo irregolare. Sin da queste prime immagini, l’impressione che se… Continua a leggere

Breaking Bad: ognuno ha il destino che ha scelto di meritarsi

di

Una delle cose che più mi ha colpito di Breaking Bad (al di là della sceneggiatura solidissima, degli ottimi interpreti, e di una tensione drammatica che non cala mai nemmeno per un secondo,… Continua a leggere

Decades #2 – The Seventies

di

Confesso che per gli anni Settanta la decisione è stata difficile. I papabili erano diversi, ma trovare quel qualcosa in più che facesse pendere l’ago della bilancia non era cosa da poco. Ho… Continua a leggere

OSSAnna nell’alto dei cieli

di