Archivio categoria: Terza pagina

che succede?

di

Succede che le riunioni di redazione si protraggono inesorabilmente. E succede che giungono a conclusione. Ogni tanto. Sappiamo che sempre meno di voi sono pronti a crederci, visto che l’abbiamo detto già qualche… Continua a leggere

lunedì film – “Ran”

di

In a mad world, only the mad are sane! Leggendo il bel post di suprasaturnalanx su “I soliti ignoti” di Mario Monicelli, ho deciso di provare a partecipare anch’io a questa serie del… Continua a leggere

LA VITA UMANA SUL PIANETA TERRA

di

Avevo già deciso dal mese scorso che in Gennaio avrei scritto del libro di Genna “La Vita Umana Sul Pianeta Terra” e mi andavo interrogando sul modo in cui ne avrei parlato perché… Continua a leggere

L’epica al cinema: Conan il Barbaro

di

Il cinema è sicuramente uno dei mezzi più adatti a ricreare un’ epica, una dimensione altra da quella reale, in cui far muovere personaggi che appartengono al Mito: si pensi anche solo al… Continua a leggere

Non ci siamo dimenticati!

di

In redazione serpeggia una scommessa: quanti lettori credono che ci siamo dimenticati dell’ebook e del concorso? E, fra quelli che non credono alla dimenticanza, quanti “illazionano” che ci siamo accaparrati i testi? (sottinteso: per… Continua a leggere

Di libri, gusti ed oggettività

di

Leggendo un tweet della casa editrice Feltrinelli che tesseva le lodi dei libri come perfetti regali per Natale, non siamo riusciti a restistere alla tentazione di rispondere che anche con i libri si… Continua a leggere

“Soul Kitchen” – non una recensione

di

Quando uscì “Soul Kitchen” del regista tedesco Fatih Akin sapevo solo due cose: sapevo che era ambientato ad Hamburg e sapevo che vi recitava Moritz Bleibtreu. Decisi di andarlo a vedere il momento… Continua a leggere

mariano (mario) lupo, piastrellista

di

Quando iniziai a militare in Lotta Continua, Mariano Lupo era già morto da qualche anno, ucciso con un’unica pugnalata al cuore da Edgardo Bonazzi, fascista vicino a Ordine Nuovo, il 25 Agosto 1972.… Continua a leggere

“Cuore di tenebra”-non una recensione

di

Forse non è di gran classe, ri-bloggarsi così spudoratamente… Però “Cuore di tenebra” è cuore di tenebra, e ben merita una non-recensione. Eppoi non ho voglia ri riscrivere tutto il post. Chissà che… Continua a leggere

Decades #5 – The Noughties

di

Mi giro indietro per l’ultima volta. Occorre decretare il nome di chi ha dominato la scena nell’ultimo decennio già chiuso, poi per sei anni non se ne parla più. Negli anni Zero ho… Continua a leggere

Gillo Pontecorvo: il cinema d’inchiesta e la lotta per la libertà.

di

Al contrario di altri illustri esponenti del cinema d’inchiesta italiano (Rosi su tutti), Gillo Pontecorvo si è concentrato su vicende lontane dal contesto nazionale, raccontando fatti e avvenimenti  sia geograficamente che culturalmente lontani… Continua a leggere

i pilastri della terra

di

Tra i vari strumenti che la psicologia utilizza per avere una visione complessiva della personalità di un soggetto ci sono una batteria di test, detti proiettivi, che si basano sulla produzione di disegni.… Continua a leggere

Per una volta non carico una foto, ma c’è un buon motivo dietro : sono egocentrico!!!

di

http://gianlucamaroli.tumblr.com/post/101251069902/www-gianlucamaroli-it-rm-rmproject Perchè so bravi tutti a fa foto a Roma. E infatti…

Il Petroliere: il rapporto tra Uomo e Dio secondo Paul Thomas Anderson

di

Davanti ad una pellicola di Stanley Kubrick, si percepisce che non si sta guardando un film, ma contemplando un’opera d’arte; ogni dettaglio è perfetto, ogni movimento di macchina e ogni scelta di regia… Continua a leggere

Decades #4 – The Nineties

di

Finiamola di scrivere in maniera postuma di band appartenenti a decenni trapassati. Gli anni Novanta sono per me il decennio della co-no-scienza, quello in cui inizi a guardarti intorno, accendi la radio, frughi… Continua a leggere

“TUTTI” chi?

di

Francesco Piccolo. Lo conoscevo già, ai tempi avevo trovato carino “Storie di primogeniti e figli unici” e invece assolutamente sopravvalutato “Momenti di trascurabile felicità”; quindi, dato che la vita è breve e i… Continua a leggere

Il cinema di Wes Anderson e l’assenza di una guida nella società contemporanea

di

Il grande tema intorno a cui ruota il cinema di Wes Anderson è il rapporto dell’uomo con la memoria e con i propri padri. Non è un caso che i suoi film siano… Continua a leggere

Tu non sei il tuo lavoro.

di

Visioni dal 71° Festival del Cinema di Venezia

di

Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza non è certo un film “facile” (non è un caso che a Venezia, alla fine della proiezione, si siano sentiti tanti applausi ma anche qualche… Continua a leggere

“Il grigio si intristisce e butta acqua, il viola scappa al tramonto. Il nero si fa nero, il rosso dura poco, il giallo bruccia tutto e l’azzurro… l’azzurro costa caro.”

di

Www.gianlucamaroli.it

“RUBBA COLL’OCCHI”

di

Me lo diceva un fornaio. Era il mio capo e io avevo 18 anni.