l’amore ai tempi di matteo

Se qualche giorno fa decantavo le lodi di Banksy, oggi non posso esimermi dal ricoprire di elogi un gruppo di menti sopraffine: saper tracciare in cinque minuti di cortometraggio l’essenza di un uomo con tale eleganza non è da tutti.
Loro, Il terzo segreto di satira, si definiscono “cialtroni per cialtroni”; l’uomo in questione, quello del video pubblicato in questi giorni, è l’attuale PresDelCons.

L’opinione personale è che chi fa satira abbia, spesso, la capacità di vedere lontano – e non sia solo puro dileggio ciò che porta a delineare i tratti delle umane pochezze; in altre parole che la satira sia, in fondo, semplicemente un imprescindibile paio d’occhiali attraverso cui leggere e comprendere la realtà.
Ma questa è opinione personale, potreste certo pensare che in quanto ricercatore precario io abbia il dente oltremodo avvelenato nei confronti dell’attuale governo; quindi, per cercare di attenersi quanto più possibile ad un oggettivo confronto tra il dire e il fare di un anno di governo Renzi, vi invito a leggere il fact checking di Valigia Blu.

«Tra il dire e il fare c’è di mezzo “e il” e una rondella non fa primavera.»
[Elio e le store tese, 1989]