la sinistra che non c’era (cercando)

Forse che oggi si balli tutti il sirtaki, forse che la vittoria di Tsipras in Grecia, forse che non è mai troppo tardi… forse oggi è il giorno giusto per riprendere questo post.
Penso che uno dei prossimi, folli, progetti cui mi lancerò, sarà quello di raccogliere idee su questa nuova sinistra.
Non lo so come, ma vorrei un calderone in cui raccogliere ogni idea di società, di vita, in cui gli aspetti economici non siano la questione principale, in cui i problemi non possano essere semplicemente ridotti all’economia.

Così concludevo un mio recente post.
E, siccome dev’essere un calderone, allora è meglio che sia bello capiente e che vi ribollano tante idee diverse.
Allora, ribloggo qui quel post e vedremo cosa ne verrà fuori…

Aka: per una sinistra oltre l’economia.
Per una visione della società oltre l’economia.

redpoz

Dei molti spunti di riflessione con cui sono tornato dal mio soggiorno in Francia, ve n’è uno che mi sta restando piantato in testa più degli altri.
Sarà che sto rapidamente chiudendo la questione liberté & Charlie Hebdo, perché ormai vi vedo più lati oscuri che luminosi; sarà per qualche altra ragione; comunque, un motivo di riflessione è quello sulla sinistra politica.
Stavo scrivendo sull’identità della sinistra, o sul suo futuro, o sul suo programma/ideologia che dir si voglia: non so esattamente come definire la questione, forse  un nome mi verrà in mente alla fine.

Il punto su cui G. ed io ci siamo soffermati durante una discussione sul programma di Renzi è che attualmente la sinistra non ha un’idea alternativa di società. E fin qui niente di nuovo!
Ma a quel punto qualcuno (non ricordo chi, forse G.) ha aggiunto una considerazione interessante: tutto lo…

View original post 752 altre parole