oggi si gioca alla cultura

Il tempo è poco e riscrivere tutto quanto sarebbe ardua impresa: preferisco quindi proporre direttamente a questo indirizzo la lettura del post dell’autore del gioco, il neodottor (perché un neodottor non si nega a nessuno) Gaberricci.

E siccome non di pure divertimento si tratta, ma di un’attività ludico-culturale che ha il grande pregio, sfruttando la rete, di generar virtute e (soprattutto) canoscenza, do volentieri seguito alla proposta e invito (non essendo stata stabilita un regola numerica sulle chiamate) alcuni compagni di blog, sapendo che sapranno offrire del loro meglio, a dilettarsi nel suddetto gioco, la cui regola di massima è: “partendo da una voce a caso estratta da wikipedia, la sfida è cercare informazioni su tale argomento senza usare wikipedia“, oltre ad una serie di altre proposte collaterali per cui rimando al post originale. Al quale rimando, in verità, soprattutto per le belle motivazioni che lo sostengono (di cui anche in questo caso, in estrema sintesi, riporto come summa la citazione calviniana: «se anche trovi la spiegazione delle cose, non per questo le cose cessano di essere meravigliose.»; ancor più, se questo avviene riprendendosi il tempo per goderle).

Orbene, la proposta è aperta per i seguenti discutibili compagni: Egr. Ing. Dott. WishakaMax, a cui tocca in sorte giocare con la Lista dei terremoti in Eritrea dal 1700 ad oggi; il neoAvv. RedPoz, a cui il destino riserva il Guadalajara Challenger; nonché edp (che mi maledirà per questo e lo defnirà un nerdata, già lo so), cui capita di scoprire senza usare wijkipedia notizie sul Castello di Castellano.
Non pago dell’elenco, non posso esimermi dal coinvolgere il medesimo Gaberrici, a cui restituisco il favore con Emily Anne Cecil; nonché tre inesauribili fonti di cultura, riflessioni ed ironia: la pellona, iome e la ‘povna, cui il click su “una voce a caso“, ovvero la wikipediana sorte (sempre che le suddette non mi correggano immediatamente con “lo sceneggiatore”) riserva rispettivamente la 2-deidropantolattone reduttasi (A-specifica) (‘azz…), Sofia Luisa di Meclemburgo-Schwerin e Anthony Asquith.

Tutto ciò, trattandosi di gioco, con implicita libertà assoluta di declinare l’invito senza offesa alcuna, di rispondere in commento piuttosto che con post dedicato e di dar seguito o meno al gioco medesimo.

Screen Shot 2014-10-29 at 16.04.26