la quantità è qualità?

Mi pare fosse stato Hegel ad argomentare che significativi cambiamenti nella quantità si traducono anche in cambiamenti nella qualità degli eventi. Insomma, che vi sia una differenza radicale (banalizzando) fra uccidere un uomo ed ucciderne centomila.
Certo, l’avrebbe espresso in modo molto migliore di quanto non faccia io.

Vorrei però riflettere un istante su questa affermazione.
Il sito di libero mi riserva sempre delle “simpatiche soprese” nelle notizie che pubblica. Per lo più, delle emerite scemenze.
Il titolo d’apertura di oggi è questo:

ImmagineOra, io mi e vi domando: il fatto che una minorenne che si prostituisce con l’avallo -più o meno cosciente- dei genitori abbia rapporti sessuali con un solo o più uomini per volta, cambia forse qualcosa nell’intera vicenda? Il fatto che queste “baby squillo” abbiano (sic) partecipato a delle orge cambia qualcosa nel nostro giudizio? Lo squallore ed il degrado di questi fatti è forse influenzato dal numero di partecipanti ai rapporti sessuali?

Potete non crederci, ma la mia domanda è seria. Vorrei veramente sapere riguardo una minorenne che si prostituisce partecipare ad un orgia è più grave che prostituirsi con un uomo solo. Il mio personalissimo giudizio è che ciò non sposti una virgola: resta una vicenda squallida, triste, degradande e gravissima a prescindere. La gravità del fatto è data, in primissimo luogo, dal fatto che le ragazzine siano minorenni, dunque il numero dei parteciparti a mio giudizio non aggiunge nulla (semmai, aggiungeva un dato importante il fatto che i genitori ne fossero a conoscenza).

Se è così, quindi, se qualcuno concorda con me e non sono solo io ad avere questo bizzarro giudizio, che motivo v’è di pubblicare una simile notizia? Dov’è l’interesse pubblico a sapere che si consumavano anche orge? Io non ne vedo nessuno e questa notizia mi sembra meramente scandalistica.
Aggiungo di più: perché è scandalistica? Secondo me è tale perché viviamo in un paese dal moralismo cattolico, nel quale i pre-giudizi negativi sono molto più focalizzati sul sesso che su altri aspetti (la minore età).